Colorificio San Marco tra le aziende top della green economy “Made in Italy” 2014

06/11/2014

Il Colorificio San Marco è orgogliosa di annunciare che la Commissione per il “Premio Sviluppo sostenibile 2014”, nata nel 2009 per contribuire a far conoscere e valorizzare l’imprenditoria italiana virtuosa, protagonista di settori considerati strategici per la green economy, ha selezionato Colorificio San Marco tra le prime 10 aziende top del settore Design per la sostenibilità in Italia.

 

Le aziende premiate e segnalate si sono distinte per attività e progetti che producono rilevanti benefici ambientali con un contenuto innovativo, positivi effetti economici e occupazionali e un potenziale di diffusione.

La cerimonia di  premiazione,  si  terrà venerdi 7 Novembre 2014 presso Agorà Sud-Ecomondo-Fiera di Rimini.

 

Il Colorificio San Marco, da molti anni impegnato nella ricerca di soluzioni sostenibili sia a livello di sistemi vernianti che di processi produttivi, ha avviato già a partire dal 2010 (prima in tutto il comparto di settore) un percorso di valutazione dell’impatto ambientale dei suoi prodotti allo scopo di migliorarne le prestazioni ambientali.

 

Nel 2011 tre prodotti alla calce a marchio Colorificio San Marco (Intonachino Minerale GFMarmorinoClassico ed Antica Calce) hanno ottenuto la certificazione EPD. Durante il 2014 l' azienda ha anche sottoposto il proprio metodo di calcolo del ciclo di vita del prodotto (Life Cycle Assessment) a critical review attendo l' attestazione di conformità ISO14040 e ISO14044.

 

Il Colorificio San Marco ha inoltre voluto rendere pubbliche le informazioni relative al ciclo di vita dei propri prodotti mettendo a disposizione dei propri utenti, nel proprio sito web, uno strumento innovativo chiamato Scheda Ambientale che fornisce un completo profilo ambientale del prodotto.

 

“Anno dopo anno–ha detto Edo Ronchi, Presidente dalla Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile-- la partecipazione delle imprese al Premio aumenta a testimoniare che è possibile fare impresa puntando su finalità di valore sociale e ambientale, contribuendo a produrre una crescita del benessere tutelando il capitale naturale e i servizi degli ecosistemi. Queste imprese, grandi e piccole, indicano così un modo concreto per superare la crisi economica puntando sulla green economy e  ricoprono  un ruolo di apripista per lo sviluppo futuro”.